IT EN

Un concerto da Oscar

La straordinaria voce di Desirèe Rancatore ha emozionato nel concerto a villa Palagonia

Si è tenuto ieri sera, nella maestosa Sala degli Specchi di Villa Palagonia il concerto del soprano palermitano Desirée Roncatore, nell’ambito del 55° della stagione concertistica “Città di Bagheria” ed il settimo dell’edizione 2021.

Desirée Rancatore, affiancata da Alessandro Cirrito e Marco Scolastra, primo clarinetto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana e pianoforte, si è esibita in un programma di sette aree che spaziavano da Schubert a Mozart, passando per la Serenata di Francesco Paolo Tosti e pezzi di Donizetti, Rossini e Bellini.

L’evento è stato organizzato dall’associazione regionale Chorus Inside Sicilia  presieduta da Salvatore Di Blasi, dalla Federcori, con il patrocinio dell’associazione culturale Biquadro di Bagheria, insieme al Comune di Bagheria con il supporto dell’Assessorato al turismo ed il sostegno del MIC, fondo cultura del Ministero. All’evento hanno collaborato anche i circoli del Rotary club di Bagheria e club Palermo Libertà.

Perfetta e armoniosa, si è rivelata ancora una volta la cornice di Villa Palagonia, scelta proprio dal soprano Desirée Rancatore per questa sua esibizione.
Chi non sarebbe affascinato del resto da questo cielo di specchi dipinti?
Il soprano ad ogni esibizione ha ricevuto applausi a scena aperta a dimostrazione della sua incredibile bravura. Desirèe Rancatore che, nonostante la giovane età, ha già una lunga carriera alle spalle, è effettivamente abituata ad essere accolta in location di tutto rispetto. Basti pensare che dopo i suoi studi di piano e violino, ha iniziato a 16 anni quelli del canto con la madre Maria Argento, per perfezionarsi a Roma e debuttare a 19 anni al Festival di Salisburgo, iniziando di fatto una carriera in ascesa, che domenica l’ha riportata a casa, dopo essersi esibita nei principali teatri d’Europa, Asia e America.

[di Sara Abello - Pubbl. su "La Voce di Bagheria"]

Condividi

Carrello